Credito d’imposta per interventi di bonifica amianto su siti produttivi

Da pochi giorni si è concretizzata a livello normativo l’incentivo fiscale del 50% delle spese sostenute per lo smaltimento amianto.

Limiti temporali:

Aver eseguito interventi di bonifica amianto e aver sostenuto le spese dal 1° gennaio 2016 al 15 novembre 2016.

Limiti di importo:

Il contributo massimo concedibile è pari a 200.000 euro (100.000 euro per le imprese esercenti il trasporto di merci su strada per conto terzi). Quindi, se l’Azienda risulta aver già beneficiato di aiuti a titoli “de minimis” dovrà verificare il rispetto dei limiti suddetti nel triennio.

Il costo sostenuto per l’intervento dev’essere superiore a 20.000€.

Chi può usufruirne:

1) Titolari di reddito d’impresa (anche in regime forfettario o regime dei minimi) che effettuano interventi di bonifica amianto su beni e strutture produttive.

2) I proprietari di immobili possono presentare domanda di contributo purché siano titolari dell’attività presente nell’immobile oggetto di richiesta di contributo, che produce reddito d’impresa.

3) Può fare domanda anche chi non è proprietario dell’immobile (es. affittuario) se vi esercita la propria attività, previa dichiarazione del proprietario che autorizzi la realizzazione degli interventi oggetto di domanda.

4) Inoltre, le Società immobiliari possono presentare domanda di contributo a condizione che svolgano la propria attività nell’immobile oggetto di richiesta di contributo.

In cosa consiste:

Si tratta di un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute per la bonifica dell’amianto su beni e strutture produttive da ripartire nei 3 anni fiscali 2016, 2017 e 2018. Non vengono presi in considerazione interventi di solo incapsulamento o confinamento amianto;

Sono ammesse, invece, le spese di consulenze professionali e perizie tecniche entro il limite del 10% del totale delle spese sostenute e per importi non superiori a 10.000€.

Esempio pratico:

Se il costo dell’intervento è pari a € 60.000,00, la domanda è ammissibile ed il contributo spettante sarà: € 60.000,00 x 50% = € 30.000,00 (€ 10.000,00 di credito di imposta all’anno per 3 anni).

Modalità domanda:

Per poter beneficiare dell’agevolazione, occorre presentare domanda dal prossimo 16 Novembre (dalle ore 10:00) tramite c.d. click day. Infatti, le richieste presentate e risultate regolari avranno il diritto dello sgravio secondo l’ordine di arrivo fino all’esaurimento dei 17.000.000,00 di Euro messi a disposizione. Come tutte le agevolazioni di interesse diffuso e operanti secondo la modalità del click day, si presume che il tempo per presentare le domande sia confinato a pochi secondi dopo lo scoccare delle 10.00 del 16 novembre 2016.

Come effettuare la domanda:

Per accedere all’agevolazione è possibile contattare Rinnova Energy Solution al numero 011 0160582. Lo studio convenzionato presenterà la domanda e Rinnova Energy Solution srl affiancherà l’azienda nel momento più delicato dell’operazione: il “click day” con un click parallelo se la piattaforma sarà disponibile.

Poiché la scadenza è imminente e i tempi per la preparazione della domanda sono brevi consigliamo di contattarci al più presto.

Rinnova Energy Solution srl propone ai propri clienti la PRATICA DI ISTRUTTORIA GRATUITA salvo buon fine. Quindi solo in caso di ammissione al click day dovrà essere corrisposto l’importo per le pratiche.

Per ulteriori informazioni e preventivi personalizzati gli uffici di Rinnova rimangono a disposizione telefonicamente o tramite il form qui sotto.

Rif normativi:

art. 56 della Legge 221/2015

DMdel 15 giugno 2016

Regolamento UE 1407/2013